Tab social
Sapzio Soci_lan
Youtube
 
Titolo

News

 
30/03/2012 Sociale
2012 Anno Internazionale delle Cooperative
“Le cooperative costruiscono un mondo migliore”

È questo lo slogan ufficiale dell’Anno Internazionale delle Cooperative.

Il 2012 è infatti l’anno che l’Onu ha dedicato al milione e 400 mila cooperative diffuse in oltre cento Paesi del mondo, e agli 800 milioni di cooperatori.

L'Anno Internazionale delle Cooperative, afferma l’ONU, ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo al prezioso contributo e al ruolo svolto dalle imprese cooperative per la riduzione della povertà, per la creazione di occupazione, per l’integrazione e l’inclusione sociale.

Gli obiettivi dell’Anno sono:

  • Sensibilizzare l’opinione pubblica in merito al ruolo delle cooperative e al loro contributo allo sviluppo socio-economico e al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.
  • Promuovere la formazione e l’espansione delle cooperative.
  • Incoraggiare i governi ad adottare politiche, provvedimenti normativi e regolamenti che favoriscano la formazione, la crescita e la stabilità delle cooperative.

L’Anno Internazionale delle Cooperative costituisce inoltre un’opportunità per conoscere meglio le cooperative - imprese a proprietà diffusa e a gestione democratica - e il modello di business cooperativo, che vanta una storia ultracentenaria.

In Italia il sistema cooperativo conta circa 71.500 imprese attive e oltre un milione di lavoratori dipendenti mentre il valore della produzione raggiunge i 108 miliardi di euro. Dati che testimoniano il significativo contributo al sistema economico nazionale dell’imprenditorialità cooperativa.

Numeri che sottolineano la insostituibile funzione delle banche cooperative italiane nel conferire stabilità ai sistemi bancari e finanziari, nel promuovere la tenuta e lo sviluppo dei territori, nel diffondere la cultura della partecipazione nella gestione del risparmio nelle stesse comunità dove esso viene generato.

  • 412 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali
  • 4.411 sportelli (13,1% degli sportelli bancari italiani)
  • Presenza diretta in 2.704 Comuni e in 101 Province; in 554 Comuni le BCC rappresentano l'unica realtà bancaria¹
  • 1.156.711 soci (+10%)
  • Oltre 6,7 milioni di clienti (+17,5%)
  • 31.804 dipendenti (+1,2%). Ad essi si aggiungono gli oltre 4.700 dipendenti degli enti centrali e di categoria, per un totale di oltre 36.500 unità
  • Raccolta diretta complessiva: 152,2 miliardi di € (+0,9%, contro il +3,0% registrato nel sistema bancario complessivo)
  • Impieghi economici: 139,9 miliardi di € (+3,2% annuo contro il +1,5% registrato nel sistema bancario complessivo)
  • Impieghi economici alle imprese: 93,4 miliardi di € (+2,5%)
  • Patrimonio (capitale e riserve): 19,7 miliardi di € (+3%)

Gli impieghi erogati dalle BCC italiane rappresentano il 17,4% del totale dei crediti alle Famiglie produttrici, l'8,5% dei crediti alle Famiglie consumatrici, l'8,5% dei crediti alle Società non finanziarie, l'11,5% del totale dei crediti alle Istituzioni senza scopo di lucro (Terzo Settore).

¹ informazione riferita a settembre 2011
* dati provvisori

cartina italia con dati

CSS