Tab social
Sapzio Soci_lan
Youtube
 
Titolo

News

 
24/02/2010 Banca
Dal 1° marzo in vigore la PSD - Nuova direttiva europea sui servizi di pagamento

Gentile Cliente,

Le ricordiamo che la nuova Direttiva “PSD” (Direttiva 2007/64/CE) si propone, a decorrere dal 1° marzo 2010 e per tutti i paesi dell’Unione Europea, di armonizzare il mercato dei servizi di pagamento, di garantire un maggiore livello di trasparenza informativa e di assicurare ai clienti una maggiore tutela.
La “PSD” si applica a tutti i servizi di pagamento (Bonifici, RID, RiBa, bollettini bancari, ecc..), in Euro e nelle altre valute degli Stati Membri dell’UE, esclusi i servizi che si basano su titoli di credito (assegni, effetti cambiari, ecc.).
La Direttiva“PSD” definisce le regole generali che tutte le Banche operanti negli Stati Membri devono rispettare per legge nel fornire i servizi di pagamento ai cittadini.

Le riassumiamo le principali novità che La interesseranno a partire dal prossimo 1 marzo 2010.

  • Tempi di esecuzione: i bonifici nazionali e i bonifici da e verso i paesi dell’UE avranno tempi certi di esecuzione; in particolare, se in Euro, saranno eseguiti entro un giorno lavorativo dalla ricezione dell'ordine, purché disposti entro l'orario di riferimento (cut-off), siano essi pervenuti tramite canale telematico che su supporto cartaceo. Oltre tale termine orario, si considereranno come disposti il giorno lavorativo successivo.
  • Disponibilità dei fondi e data valuta: per i fondi ricevuti da altra banca, la data di disponibilità giuridica e la data valuta applicata al Suo conto corrente coincideranno sempre con la stessa data in cui è avvenuto l'accredito dei fondi sul conto della Banca; in altre parole non saranno più applicati gli “stacchi valuta” sugli importi ricevuti e pertanto, i fondi trasferiti dall’ordinante verranno accreditati sul conto del beneficiario entro la fine della giornata operativa successiva.
  • IBAN come identificativo unico, abolizione delle vecchie coordinate bancarie: il codice “IBAN” (International Bank Account Number) sarà adottato definitivamente come "identificativo unico” per l'esecuzione dei bonifici nazionali e non sarà più possibile eseguire bonifici nazionali sulla base delle "vecchie" coordinate bancarie, neanche previo il pagamento della specifica penale in uso dallo scorso 30 Giugno 2008, che di conseguenza verrà abolita.
    Per tale motivo, è necessaria la massima attenzione nella indicazione di tale codice che avrà importanza prevalente rispetto all'eventuale indicazione di altre informazioni (ad esempio, i dati anagrafici del beneficiario).
    Risulta quindi estremamente importante che chi effettua il pagamento conosca e fornisca l’IBAN del beneficiario.
    La Banca non è in grado di determinarlo con certezza sulla base di altri dati da Lei forniti (es.: “vecchie” coordinate). Si ricordi sempre di farsi comunicare l’IBAN dal destinatario di un suo bonifico prima di disporre l’operazione, di aggiornare i suoi archivi anagrafici e di comunicarci eventuali variazioni su eventuali bonifici permanenti.
  • Abolizione della data valuta antergata: non sarà più possibile per Lei chiedere l’accredito dei fondi sul conto di un beneficiario con una data valuta retrodatata rispetto alla data di disposizione dell’ordine (prassi della cosiddetta valuta “antergata”).
  • Abolizione della data valuta fissa per il beneficiario: per garantire una specifica valuta al beneficiario di un bonifico si dovrà disporre l'ordine con almeno un giorno di anticipo. Qualora si desideri che il beneficiario riceva la somma in una data futura, la si dovrà indicare ed il conto verrà addebitato il giorno lavorativo antecedente alla data richiesta.

Le Filiali BCC Manzano sono a completa disposizione per fornire ulteriori dettagli e informazioni.

CSS