Tab social
Sapzio Soci_lan
Youtube
 
Titolo

News

 
28/12/2015 Sociale
Coldiretti e Confartigianato Fvg in campo a difesa delle BCC
Ermacora e Tilatti: “Istituti indispensabili per la crescita dei territori”

Nessuno tocchi le banche di credito cooperativo. E’ la sintesi del messaggio che i presidente di Confartigianato Fvg e di Coldiretti Fvg vogliono lanciare in questi giorni di critiche e di attacchi alle banche di territorio, a quelle piccole e di prossimità vittime di una equazione inaccettabile, scorretta e completamente fuori della realtà e cioè che le piccole banche locali sarebbero sinonimo di banche rischiose perché gestite proprio dalle stesse persone (coltivatori, artigiani, piccoli imprenditori) che ne traggono i benefici o che comunque, vivendo sul territorio, potrebbero essere tirati per la giacca dal vicino di casa. “Nulla di più falso – affermano Graziano Tilatti e Dario Ermacora, entrambi con esperienze d’amministratore in banche locali – e la prova è la solidità delle Bcc del Fvg”.

Una affermazione suffragata da dati. In Fvg il CET 1 medio delle BCC è del 18% e quella che lo ha più basso è al 13%, al pari di Banca Intesa. Non solo i dati, ma anche la storia conferma la tesi di Tilatti ed Ermacora: “Le banche andate in crisi e che hanno fatto danni non sono mai state le BCC, che le loro difficoltà se le sono sempre risolte da sole senza chiedere aiuto a nessuno visto che è attivo un sistema solidaristico composto dalle Bcc di tutta Italia.

“Secondo Tilatti e Ermacora i numeri confermano anche un altro elemento: “Le Bcc e le piccole banche di territorio sono state inoltre le uniche che in questi 7 anni hanno continuato a dare un minimo di respiro alle piccole e medie imprese e senza far correre alcun rischio ai correntisti”.

“Infine – concludono Ermacora e Tilatti – basta con questa filosofia che il piccolo, sia banca o impresa, è destinato a morire. Muore che è inefficiente, obsoleto, incapace di innovare e di adeguarsi ai mutamenti dei mercati, anche finanziaria. Non è quindi necessario che tutte le imprese e tutte le banche diventino Spa e diventino grandi, ma è necessario che tutte le banche e le imprese diventino efficienti. D’altra parte la grande crisi finanziaria esplosa 7 anni fa chi la produsse? Le piccole o le grandi banche internazionali?"

CSS